Oh Alele

Decrescita e Autoproduzione

Fragole Volanti

Fragole Volanti

Un upcycle creativo per salvare questi piccoli frutti dall’assalto delle lumache

Della creazione e gestione di un fragoleto ne abbiamo già parlato qui. Ma cosa fare se questo frutto ci piace proprio tanto e vogliamo espandere le nostre aiuole anche in mancanza di spazio?

Nonostante il periodo difficile seguito all’esplosione del contagio da Coronavirus, durante la quarantena ho avuto la possibilità di realizzare alcuni progetti che tenevo nel cassetto da tempo; con il sostegno del tempo mite, lavorare in giardino si è rivelato piuttosto terapeutico e mi ha aiutato ad alleviare lo stress causato dal timore per il contesto incerto, la lontananza dai cari e l’instabilità nell’ambito lavorativo. D’altronde è dimostrato che la vicinanza con le piante e una vita a contatto quotidiano con il verde non giova solo a chi è sotto pressione: promuove la salute in generale e, in alcuni casi, riesce persino ad alleviare il dolore: a confermarlo è uno studio condotto da un team di ricercatori svizzeri e pubblicato sulla rivista Alternative Therapies in Health & Medicine.

La combinazione di attività fisica, consapevolezza dell’ambiente naturale, stimolazione cognitiva e soddisfazione per il proprio lavoro sembra che sia inoltre in grado di combattere la depressione e favorire il buonumore.

Stabilito che dal lavoro nel giardino avrei tratto giovamento, all’inizio di questa lunga quarantena di ferie forzate avevo a disposizione numerosi progetti tra cui scegliere, idee che avevo accantonato negli anni per mancanza di tempo. Questa in particolare dedicata alla creazione di un’aiuola di fragole sospesa l’avevo notata su Pinterest, dove diversi amanti del bricolage si erano cimentati a realizzare questa specie di fioriera partendo da una grondaia.

Una fioriera speciale

Questo progetto è molto semplice e per realizzarlo servono soltanto:

  • Una grondaia della lunghezza desiderata completa di materiale di fissaggio adatto
  • Trapano/Avvitatore
  • Terriccio e piantine

Io ho utilizzato una vecchia grondaia dismessa e prima di collocarla sulla parete scelta ho provveduto a forarla ogni 20 centimetri circa per permettere all’acqua di defluire e non bloccarsi danneggiando le piante. Vi raccomando di non saltare questo passaggio, sia che si tratti di una grondaia in plastica o in metallo: lo spazio all’interno della fioriera sarò poco e l’acqua ristagnando rischierà altrimenti di far marcire le radici.

Una volta forata, ho sistemato la grondaia sulla parete scelta a circa 120 centimetri da terra, fissandola con gli appositi sostegni; per chi non avesse una parete adatta è possibile costruire dei pali di supporto o legarla con corde o catene, come in questo esempio. A questa altezza le piantine di fragole saranno al sicuro da lumache e limacce, voracissime nemiche dell’orto, che distruggono le piantine giovani e mangiano i frutti appena maturi.  Attenzione: nella scelta dell’ubicazione tenete conto che le fragole non amano il sole diretto, quindi se non disponete di un luogo ombreggiato ricordatevi di attrezzarvi con un telo o una rete per proteggerle dal sole intenso delle ore centrali.

A questo punto si procede riempiendo la grondaia con il terriccio e si posizionano le piantine secondo le indicazioni del vivaista, indicativamente tra i 20 e i 30 centimetri di distanza sulla fila; per il primo periodo vanno bagnate abbondantemente affinché le radici attecchiscano al nuovo substrato. A seconda delle fragole che avete scelto avrete i primi frutti a metà primavera e, con alcune varietà, fino all’autunno inoltrato.

Noi amiamo i piccoli frutti e la fragola non è sola nel nostro giardino: presto vi racconteremo dei nostri lamponi, delle more, dei mirtilli e del ribes nero.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per raccogliere dati esclusivamente aggregati, al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi la Cookie Policy e la Privacy Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi